Previsioni sulla Sterlina per il 15 febbraio 2012

0
85

La sterlina sta vivendo una fase di grande incertezza dopo la decisione della Bank of England di incrementare il programma di allentamento quantitativo di 50 miliardi di pound a 325 miliardi da 275. La valuta britannica ha iniziato a perdere quota contro il dollaro americano dai top di periodo posti in area 1.5930 scendendo fino a 1.5643 nella seduta di ieri, ai minimi da oltre due settimane. Intanto, oggi sono stati comunicati i dati sul mercato del lavoro nel Regno Unito. Secondo l’ONS il tasso di disoccupazione è risultato pari all’8,4% nel quarto trimestre 2011, mai così alto dal 1995, per un numero di disoccupati pari a 2,67 milioni.

Da un punto di vista tecnico, il tasso di cambio sterlina/dollaro è riuscito ieri a rimbalzare dalla major support area di 1.5640 ma stamattina è stato respinto con decisione sulla resistenza posta sul key-level di 1.5730. Nelle ultime ore il cable ha ripreso quota tornando in area 1.5720, per cui non è da escludere un miglioramento del quadro tecnico di breve periodo con ritorno a 1.5730 prima e 1.5750 poi. Il cable potrebbe allungare anche fino a 1.5780 – 1.58, ma su questi livelli la pressione dei venditori potrebbe essere fortissima visto che c’è anche la presenza della media mobile esponenziale a 200 giorni.

Il tasso di cambio euro/sterlina, invece, continua ad essere respinto in area 0.84 dove è appostato un gran numero di venditori. Il cambio continua così a muoversi lateralmente tra 0.84 e 0.8350, per cui il breakout deciso di uno dei due livelli tecnici potrebbe dare il via a un robusto movimento direzionale. Infine, il tasso di cambio sterlina/yen è salito sui massimi a tre mesi in area 123.50 sfruttando la debolezza cronica della valuta nipponica. Tuttavia, siamo sui livelli della EMA200 giornaliera per cui non è da escludere una forte opposizione dei venditori proprio a partire da questi livelli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui