Euro debole, dollaro in ripresa

di Daniele Pace Commenta

 Continua la fase di debolezza dell’euro, che dopo essere scesa sotto quota 1,18 sul dollaro, ora cede anche alla resistenza di quota 1,17 e nella notte chiude a Wall Street a 1,1638 sul biglietto verde. Alla chiusura dei mercati asiatici la moneta unica segna un ulteriore ribasso e arriva fino a 1,1627 dollari, riuscendo a trovare il supporto a 1,1625. Si apprezza però sulla sterlina inglese e sullo yen giapponese, con valori che salgono di 0,15% a quota 0,8866 per la coppia EUR/GBP e dello 0,04% a quota 132,87 per la coppia EUR/JPY.
Scende anche il dollaro australiano nei confronti della moneta unica, ma anche nei confronti dello yen e del dollaro. La coppia AUD/USD scende dello 0,20% a quota 0,7645, e quella EUR/AUD sale dello 0,07%, fino a quota 1,5223. Infine la coppia AUD/JPY scende dello 0,09% fino a quota 89,23.

Per quel che riguarda la coppia USD/JPY sale dello 0,09% per attestarsi a quota 114,07. Il supporto si attesta a quota 113,25. Infine la coppia GBP/USD scende dello 0,24% e si mette a 1,3129. Insomma, molti movimenti sul forex di oggi, inversi alle tendenze delle ultime settimane. Lo yen conferma la sua debolezza, sulla scia dei risultati elettorali, e sarà molto interessante osservare la chiusura dei mercati prima del week-end.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>