Euro in ripresa ma sempre ai minimi sul dollaro

di Daniele Pace Commenta

euroNonostante in dollaro debole, l’euro continua a navigare attorno ai minimi da tre mesi a questa parte, a causa della congiuntura economica, che molti analisti definiscono preoccupante.

L’Europa sta osservando un rallentamento dell’economia, e ad esempio, gli indici delle Pmi tedesche e francesi sono stati molto deludenti.

Il cambio con il dollaro

La coppia EUR/USD è stata debole in mattinata, per poi avere un recupero per la moneta unica. Il cross guadagna lo 0,20%, e l’euro si trova ora a 1,1396 dollari. La giornata dovrebbe vedere l’euro continuare con il suo recupero, con una resistenza fissata a 1,1428, e in seconda battuta a 1,1507. Il supporto si è stabilizzato a 1,1349.

La quotazione attuale vede la moneta unica appena sopra il minimo di due mesi fa. Il segnale che arriva dai mercati è quello di una previsione sulla continuazione della politica della BCE.

Gli analisti infatti propendono sul fatto che la banca centrale non aumenterò i tassi se la congiuntura economica non migliorerà.

Sono in molti a pensarlo, anche se dall’Eurotower avevano già in programma un graduale aumento dei tassi per il 2019. Il problema è l’incertezza che ha iniziato a circolare nel vecchio continente.

Sono tre i punti su cui si giocano gli andamenti economici europei. L’Italia, la Brexit e la tensione tra gli Usa e la Cina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>