I cambi migliori e peggiori con l’Euro dall’inizio del 2016

di Matteo Moneta Commenta

L’Euro è la nostra moneta ed è anche un’ottima moneta di scambio a patto d’individuare preventivamente quali sono i cambi migliori e peggiori rispetto alla valuta europea. Per esempio se dall’inizio del 2016 ha guadagnato terreno nei riguardi della sterlina, lo stesso non si può dire che sia accaduto con il real brasiliano. 

L’euro (EUR) sta vivendo un anno molto particolare segnato dalla gara contro la sterlina e contro il real brasiliamo. Come spesso accade, infatti, il Forex è direttamente collegato all’attualità, per cui il Brexit e le Olimpiadi possiamo dire che abbiano fatto la differenza.

Il 2016 è stato pieno di sorprese che si possono riassumere in quattro episodi: la corsa contro la sterlina post Brexit, il crollo del peso messicano rispetto all’Euro, ma poi anche il rialzo del real brasiliano e il boom dello yen. Questo per dire che il cambio euro-dollaro ormai non è più così interessante come si vorrebbe pensare. Il forex trader non ha interesse nei legami di lunga durata ma preferisce speculare con un occhio di riguardo all’attualtà.

I cambi migliori e peggiori con l’euro nel 2016 sono stati riassunti in un’immagine di Paolo Cardenà. Si evince che ci sono delle valute che hanno guadagnato rispetto all’Euro: il real brasiliano ma anche lo yen, il rublo, il dollaro canadese, la corona norvegese e il dollaro australiano. Ci sono poi delle valute che sono apparse sotto tono rispetto alla valuta comunitaria: franco svizzero, zloty polacco, dollaro USA, lira turca, rupia indiana, il renminbi dello Yuan, il peso messicano e infine la sterlina inglese che è stata la moneta che ha perso più terreno di tutte.

euro_valute_migliori_peggiori-19e47

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>