Primo bilancio semestrale Swiss Life 2010

0
144

Swiss Life, la più grande compagnia assicurativa svizzera, con sede a Zurigo, ha presentato i conti del primo semestre del 2010, che mostrano profitti praticamente raddoppiati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

A favorire i buoni risultati di Swiss Life sono stati i numeri riportati dalla controllata tedesca Awd, ed anche il taglio dei costi ha contribuito in maniera positiva, anche se va detto che i bassi tassi di interesse continuano a comprimere i margini.

L’utile netto di Swiss Life è stato di 269 milioni di franchi svizzeri, circa 258 milioni di dollari, contro i 139 milioni della prima metà 2009. E’ aumentata del 20% addirittura la raccolta premi in questi mesi, arrivando a quota 12,2 miliardi di franchi, ben oltre le previsioni degli analisti.

A favorire l’aumento della raccolta premi è stato soprattutto il miglioramento del contesto economico, che ha riportato molti clienti sulle polizze vita.

Anche la controllata Awd, acquistata da Swiss Life per 1,2 miliardi di euro nel 2008, è tornata in utile, segnando un profitto operativo di 20,4 milioni di euro, comunque abbastanza aderente alle previsioni di 40-50 milioni per l’intero esercizio 2010.

Come dichiarato da Bruno Pfister, Ad di Swiss Life, la società è fiduciosa di poter arrivare agli obiettivi prestabiliti per l’anno in corso. Inoltre Swiss Life è già ben indirizzata anche per soddisfare i target previsti di qui al 2012.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui