Eni rivede politica dividendi dal 2013

di Stefania Russo Commenta

A seguito della pubblicazione dei risultati realizzati nel corso del primo semestre dell'anno, Eni ha parlato soprattutto di dividendi...

A seguito della pubblicazione dei risultati realizzati nel corso del primo semestre dell’anno, Eni ha parlato soprattutto di dividendi. La società del cane a sei zampe ha infatti annunciato di aver deciso di distribuire in relazione all’esercizio 2012 un acconto sul dividendo di 0,54 euro per azione, ossia in crescita rispetto all’acconto di 0,52 euro per azione distribuito lo scorso anno.


L’amministratore delegato Paolo Scaroni ha inoltre annunciato che a partire dall’esercizio 2013 il gruppo rivedrà la sua politica sui dividendi, spiegando che con ogni probabilità l’annuncio sarà dato in occasione della presentazione agli analisti del piano strategico, quindi tra febbraio e marzo 2013. Il manager ha inoltre anticipato che non ci sarà alcun dividendo straordinario.

Eni, ricordiamo, ha archiviato il primo semestre dell’anno con ricavi pari a 63,2 miliardi di euro, ossia in aumento del 20,3% rispetto ai 52,53 miliardi realizzati nello stesso periodo dello scorso anno. Il risultato operativo è passato da 8,73 miliardi a 10,37 miliardi di euro, mentre l’utile netto è cresciuto dell’1,1% a 3,8 miliardi di euro. Le attività operative hanno generato un flusso di cassa di 8,4 miliardi di euro, gli investimenti tecnici sono stati pari a 5,65 miliardi di euro, mentre l’indebitamento netto a fine giugno è risultato pari a 26,9 miliardi di euro, in flessione rispetto ai 28,03 miliardi di inizio anno.

Nel corso del suo intervento, Paolo Scaroni ha dichiarato che il gruppo è disponibile ad alleanze strategiche in Mozanbico, considerato uno dei mercati più promettenti per Eni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>