Previsioni dividendo Banco Popolare 2012

di Stefania Russo Commenta

Nel corso della prima metà del 2012 è probabile che gli azionisti di Banco Popolare non riescano ad intascare alcun...

Nel corso della prima metà del 2012 è probabile che gli azionisti di Banco Popolare non riescano ad intascare alcun tipo di remunerazione.

Se solo fino a poche settimane fa si parlava di un dividendo “simbolico”, ora si parla della possibilità che il management del gruppo bancario decida di non distribuire alcuna cedola. L’ipotesi si basa sulle parole pronunciate dall’amministratore delegato del gruppo, Pier Francesco Saviotti, il quale nel corso dell’assemblea tenuta sabato scorso ha dichiarato che in seguito alle richieste dell’Eba il dividendo relativo all’esercizio 2011 è a rischio.

BOND BANCO POPOLARE POSSIBILE CONVERSIONE ANTICIPATA

L’obiettivo sarebbe quello di rafforzare i coefficienti patrimoniali della banca, la mancata distribuzione del dividendo si tradurrebbe infatti in un risparmio di circa 20 milioni di euro, con un conseguente impatto di 3bps sul Core Tier 1 ratio. A tal fine, inoltre, Banco Popolare sta facendo di tutto per far si che prestito SMC da un miliardo di euro venga considerato core capitale ai fini dello stress test effettuato dall’Eba.

PREVISIONI DIVIDENDI 2012 BORSA ITALIANA

Alla luce delle parole pronunciate dall’amministratore delegato e dell’attuale situazione patrimoniale del gruppo, gli analisti di Equita hanno portato le loro stime sul dividendo 2011 di Banco Popolare da 3 centesimi ad azione a zero euro. Per lo stesso motivo la banca d’affari ha tagliato il target price sul titolo portandolo da 1,3 a 1,27 euro per azione mentre, almeno per il momento, ha mantenuto invariato rating “buy” sul titolo alla luce dell’ampio potenziale di rialzo.

Considerano realistica l’ipotesi che la banca decida di non pagare alcun dividendo anche gli analisti di Banca Imi, che hanno sul titolo rating “hold” e target price a 1,29 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>