Previsioni dividendi 2012 Borsa italiana

9
109

In base a quelle che sono le previsioni degli analisti sui dividendi in distribuzione nel 2012 dalle società quotate a Piazza Affari, il rendimento medio del mercato è di poco inferiore al 4%.

Non mancano però delle società che promettono cedole che con ogni probabilità riusciranno a superare il 5%. Stando alle stime del consensus, in particolare, la società quotata alla Borsa di Milano più generosa in assoluto è Mediaset che offre un rendimento molto vicino all’8%.


Mediaset, ricordiamo, nel 2011 ha distribuito ai suoi azionisti una cedola di 0,35 euro per azione, ossia con un rendimento pari al 7,8%. Chi punta su Mediaset, quindi, mira ad ottenere un rendimento molto vicino a quello oggetto del dividendo distribuito in questo periodo.

Dopo Mediaset il miglior rendimento atteso è quello di Mondadori, che stando alle previsioni distribuirà una cedola avente uno yield del 7,09%. Seguono Telecom (6,67%), Iren (6,47%), Terna (6,22%), Industria Macchine Autom. (6,19%), Marr (5,99%), Hera (5,89%), Enel (5,88%), A2A (5,77%), Snam Rete Gas (5,74%), Eni (5,73%), Unipol (5,73%), Acea (5,41%) e Banca Generali (5,37%).

Quel che è certo è che gli analisti sono concordi nel ritenere che, salvo eventi straordinari al momento non prevedibili, nel corso del 2012 la maggior parte delle società quotate a Piazza Affari distribuiranno ai propri azionisti un dividendo più sostanzioso rispetto a quello distribuito nel corso di quest’anno. Questa previsione riguarda soprattutto le società energetiche e attive nella fornitura di servizi di pubblica utilità, tuttavia come si può notare dall’elenco sopra citato, non mancano titoli del comparto finanziario (Unipol e Banca Generali) e del comparto industriale (IndustriaMacchine Autom. e Marr).

9 Commenti

  1. […] In questo periodo, dunque, può risultare utile investire seguendo una tecnica che nella maggior parte dei casi si rivela un’ottima strategia di investimento, ovvero quella di scegliere i titoli azionari su cui investire in base alle previsioni sui dividendi. […]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui