Unicredit possibile dividendo nel 2013

di Stefania Russo Commenta

L'amministratore delegato di Unicredit, Federico Ghizzoni, nel corso di un'intervista rilasciata al settimanale tedesco "Capital"...

L’amministratore delegato di Unicredit, Federico Ghizzoni, nel corso di un’intervista rilasciata al settimanale tedesco “Capital”, ha spiegato che con ogni probabilità il gruppo bancario tornerà a distribuire un dividendo ai propri azionisti già nel corso della prima parte del 2013 in relazione all’esercizio 2012.

Pur affermando che esiste la concreta possibilità che ciò accada, il manager ha preferito non approfondire ulteriormente il discorso, sottolineando che si tratta di una decisione che sarà presa tra la fine di quest’anno e l’inizio del 2013, pertanto è ancora troppo presto per parlarne.


In relazione all’esercizio 2011, ricordiamo, gli azionisti di Unicredit non hanno ricevuto alcuna remunerazione, una decisione presa nell’ambito dell’attuazione del piano industriale predisposto dal gruppo e finalizzata a rafforzare lo stato patrimoniale della banca, una mossa che secondo il managment avrà tra i vari effetti un payout superiore a quello delle altre banche concorrenti nel corso dei prossimi anni.

Nel corso della stessa intervista Ghizzoni ha mostrato un certo scetticismo di fronte all’ipotesi di possibili acquisizioni in Italia e all’estero, sia perché al momento le banche trattano in Borsa ad un forte sconto, circostanza che rende complicata l’acquisizione di una grande banca, sia perché operazioni di questo tipo sarebbero mal viste dall’autorità di vigilanza, in quanto porterebbero alla nascita di un entità di vaste dimensioni, più rilevante dal punto di vista sistemico e con maggiori rischi in caso di fallimento.

A Piazza Affari il titolo Unicredit beneficia del possibile ritorno al dividendo: a meno di un’ora dall’apertura della seduta il valore azioni registra un rialzo dello 0,14% a 2,942 euro, nonostante l’apertura in rosso dei principali indici azionari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>