Cambio euro dollaro 07 giugno 2011

di Stefania Russo Commenta

L'euro continua a beneficiare della debolezza del dollaro e del valido supporto dato dall'incremento di domanda probabilmente proveniente..

La divisa europea continua a beneficiare della debolezza del dollaro e del valido supporto dato dall’incremento di domanda probabilmente proveniente in larga parte da investitori asiatici.

Stamane al termine della seduta asiatica l’euro si è attestato a 1,4608/10 dollari dalla precedente chiusura newyorkese a 1,4576. Gli esperti ritengono che, dopo i livelli minimi raggiunti nel corso delle ultime settimane, ora il nuovo target dell’euro si colloca a 1,50 dollari.


Il dollaro si mostra invece debole non solo nei confronti dell’euro ma anche verso le altre principali valute di riferimento, compreso lo yen nei cui confronti stamane è calato sotto 80 yen per la prima volta nel corso degli ultimi cinque mesi. Secondo gli esperti il calo del biglietto verde nei confronti delle principali valute di riferimento è dovuto non solo ai dati deludenti relativi all’occupazione nel settore non agricolo pubblicati venerdì scorso ma anche e soprattutto alle deboli prospettive dell’economia statunitense.

A riguardo c’è grande attesa da parte del mercato per l’incontro che si terrà oggi tra il presidente USA Barack Obama e la cancelliera tedesca Angela Merkel, durante il quale si discuterà principalmente dei problemi inerenti al debito di alcuni paesi della zona euro.

Poco dopo le nove di stamane il cambio euro dollaro si attesta a 1,4628, il cambio euro sterlina a 0,8939, il cambio euro yen a 117,41, il cambio euro franco svizzero a 1,2209, il cambio euro dollaro canadese a 1,4313 e il cambio euro dollaro australiano a 1,3683.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>