Cambio euro dollaro 25 maggio 2011

di Stefania Russo Commenta

La debolezza dell'euro non accenna a placarsi. La causa della nuova frenata dell'euro nei confronti del dollaro e delle principali valute di riferimento...

La debolezza dell’euro non accenna a placarsi. La causa della nuova frenata dell’euro nei confronti del dollaro e delle principali valute di riferimento sono principalmente i rumors delle ultime ore secondo cui la Grecia potrebbe andare ad elezioni anticipate entro breve.

Ma secondo gli analisti la questione potrebbe ulteriormente peggiorare. Le previsioni, infatti, parlano di un nuovo calo della divisa europea nel corso delle prossime settimane fino ad arrivare addirittura a 1,30. La discesa, inoltre, potrebbe subire un’accelerazione una volta toccata la soglia di 1,39.


Le persistenti incertezze sul debito greco e, più in generale, i timori relativi alla crisi del debito sovrano, stanno quindi continuando a causare un forte calo dell’euro, che solo poche settimane fa aveva raggiunto il livello massimo a 1,49. Una nuovo rialzo si prospetta non prima di luglio, quando la Bce potrebbe decidere un ulteriore rialzo dei tassi di interesse di un quarto di punto percentuale.

Poco dopo le 9:00 il cambio euro dollaro si attesta a 1,4032, il cambio euro sterlina a 0,8691, il cambio euro yen a 114,94, il cambio euro franco svizzero a 1,2336, il cambio euro dollaro australiano a 1,3391 e il cambio euro dollaro canadese a 1,3755.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>