Quali valute comprare e quali vendere a giugno 2012

di ND82 Commenta

Maggio è ormai agli sgoccioli e ora ci si chiede su quali valute puntare nel mese di giugno alla luce degli attuali scenari macroeconomici. L’euro ha vissuto un mese molto difficile, a causa della grave crisi in Grecia e Spagna

Maggio è ormai agli sgoccioli e ora ci si chiede su quali valute puntare nel mese di giugno alla luce degli attuali scenari macroeconomici. L’euro ha vissuto un mese molto difficile, a causa della grave crisi in Grecia e Spagna. Il paese ellenico potrebbe uscire dall’unione monetaria nei prossimi mesi, mentre Madrid è alle prese con una grave crisi del settore bancario. La terza banca del paese, Bankia, è stata nazionalizzata e ora la stessa cosa potrebbe accadere per altri istituti in difficoltà.

La tensione nel paese iberico ha portato lo spread spagnolo fino a 510 punti, ai massimi dall’introduzione dell’euro. La crisi bancaria spagnola potrebbe contagiare anche il settore finanziario di altri paesi, come l’Italia. La tensione si avverte già nelle aste dei titoli di stato: due giorni fa i Ctz a due anni hanno mostrato tassi in rialzo sopra il 4%, il rendimento dei BoT semestrali è salito sopra il 2,1%. Oggi è in programma l’asta dei Btp a 5 e 10 anni: attesi ancora tassi in rialzo.

TARGET EURO/DOLLARO FINE MAGGIO 2012

Sul mercato Forex il tasso di cambio euro/dollaro è sceso fino in area 1,2450, ai minimi da inizio luglio 2010. Da inizio maggio la perdita accumulata è stata del 6,5%. La sensazione è che fino alla prima metà del prossimo mese la discesa di euro/dollaro possa continuare senza soste, raggiungendo un obiettivo compreso tra 1,20 e 1,18.

PROSPETTIVE EURO SECONDO SEMESTRE 2012

Oltre che sul dollaro americano potrebbe essere interessante puntare anche sullo yen, soprattutto contro euro e sterlina. Il cambio euro/yen, sceso fin sotto 99, potrebbe raggiungere a breve quota 97 e successivamente toccare l’obiettivo di 95. Se le turbolenze dovessero continuare, meglio stare alla larga dalle valute legate alle materie prime: dollaro australiano, neozelandese e canadese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>