Rating Ubs principali banche di investimento

di Massimiliano Grimaldi Commenta

Il rating di Ubs indica le principali banche di investimento mondiali, secondo l'analisi dei dati a disposizione.

ubs

Oggi presentiamo il rating di Ubs per le principali banche di investimento mondiali. La grande liquidità di cui hanno beneficiato gli istituti di credito, sia perchè presente nel sistema e sia grazie alla riprese dei listini, ha delineato questo scenario; anche se bisogna sempre andarci con i piedi di piombo, a causa di quella che è l’incertezza dei mercati mondiali.

Partiamo da Barclays, il gruppo inglese capitalizza ben 41,4 miliardi di sterline, con un prezzo obiettivo di 360 sterline. Questo è sicuramente superiore alle quotazioni recenti, che erano di 320,5 sterline; mentre il prezzo/utile per il 2013 è di 9,9, nettamente in calo a 8,2 nel 2014. La redditività del capitale rettificata è di 7,7, mentre il prezzo/valore di libro è di 0,74.

Il rating del titolo è neutrale, e in un anno ha reso l’89,3%. L’istituto di credito transalpino Bnp Paribas, capitalizza 56,4 miliardi di euro, collocandosi al secondo posto di questa speciale classifica, e questo perchè secondo gli analisti di Ubs merita un prezzo obiettivo di 42 euro, inferiori alle quotazioni recenti. Il prezzo/utile nell’anno 2013 viene stimato a 10, in calo a 8,3 nel 2014.

Il roe, decisamente inferiore alla media europea (7,7), è di 7,1, mentre il prezzo/valore di libro è 0,69. Anche il rating si questo titolo è neutrale, e in un anno ha reso il 75,4%. Sul terzo gradino del podio si colloca l’istituto elvetico Credit Suisse con 44,8 miliardi di franchi svizzeri capitalizzati. Il prezzo obiettivo di 34 franchi presenta un buon potenziale dalle quotazioni recenti, mentre per quel che riguarda il prezzo(utile 2013 viene stimato 10,6, in calo nel 2014 a 9,1. La redditività del capitale rettificato è 11,7, molto superiore alla media, e il ratio è 1,09.

Secondo gli analisti il rating del titolo è senza dubbio da comprare, visto che in un anno ha reso il 58,8%. Fuori dal podio, al quarto posto, si piazza la teutonica Deutsche bank. Questo istituto di credito capitalizza 37,5 miliardi di euro, e presenta un prezzo obiettivo di 37,4 euro rispetto ad una quotazione recente di 36,1. Per Deutsche bank la stima per il prezzo/utile 2013 è di 9,5, in calo nel 2014 a 7,9. Il roe rettificato è 6,9, mentre il prezzo/valore di libro è pari a 0,61.

Il titolo in un anno ha reso il 38% e ha un rating neutrale. La banca francese Societe Generale capitalizza 24,6 miliardi di euro, con un prezzo obiettivo di 23,7 euro. Per il 2013 il prezzo/utile è stimato in 10,2, in forte calo nel 2014 a 6,8. La redditività del capitale rettificato, nel 2013 è 5,2, il ratio invece è 0,52. Secondo gli analisti il rating su questo titolo è neutrale, mentre la resa in un anno è stata del 92,8%.

Al sesto posto vi è un istituto di credito non europeo, la Bank of America. Il colosso statunitense, capitalizza 146 miliardi di dollari, con un prezzo obiettivo di 12 dollari, mentre per il 2013 il prezzo/utile è stimato 16,1. La redditività del capitale rettificato è 4,2 con il ratio a 1,5. Il titolo, che in un anno è riuscito a rendere il 97,6%, secondo gli analisti di Ubs è neutrale. Discorso differente per Citigroup, che occupa il settimo posto in classifica, e secondo gli analisti è senza dubbio da comprare, con il titolo che in un anno è riuscito a rendere il 111%.

Citigroup, che capitalizza 158,1 miliardi di dollari, ha un prezzo obiettivo di 62 dollari, un prezzo/utile stimato nel 2013 a 10,7 e una redditività del capitale rettificato di 7,6; mentre il prezzo/valore di libro è 0,78. All’ottavo posto si piazza la Goldman Sachs che capitalliza 77,9 miliardi di dollari, con un prezzo obiettivo di 145 dollari. La regina di Wall Street presenta un prezzo/utile stimato in 11,5 nel 2013, un roe rettificato da 9,8; e secondo gli analisti è un titolo neutrale.

A chiudere questa classifica, segnaliamo al nono posto il gigante statunitense JP Morgan, con i suoi 207 miliardi di dollari capitalizzati, e un prezzo obiettivo di 57 dollari. Secondo gli analisti questo titolo, che ha reso in un anno l’81%, è senza dubbio da comprare. Chiude al decimo posto Morgan Stanley che capitalizza 50,6 miliardi di dollari, con un prezzo obiettivo di 22 dollari, e un p/e stimato nel 2013 a 13,3. Il rating del titolo, è definito neutrale dagli analisti di Ubs, e ha ha reso il 110,5% in un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>