Erg e Saras bocciate da Morgan Stanley

di Stefania Russo Commenta

Nonostante una valutazione complessivamente positiva sul comparto petrolifero, Morgan Stanley ha annunciato stamane di aver tagliato..

Nonostante una valutazione complessivamente positiva sul comparto petrolifero, Morgan Stanley ha annunciato stamane di aver tagliato il rating sul titolo Erg da “equalweight” a “underweight” e il target price da 12,3 a 11 euro, argomentando a riguardo uno scarso potenziale di rialzo della quotazione a causa dell’opzione Lukoil.

Al contempo l’agenzia di rating ha abbassato il target price di Saras portandolo da 2,5 a 1,85 euro, pur mantenendo il rating “overweight”.


Del downgrade soffrono entrambe le quotazioni. Sulla piazza milanese Erg cede l’1,75% a 9,825 euro mentre Saras perde lo 0,98% a 1,62 euro.

Gli analisti di Morgan Stanley, tuttavia, a parte queste due valutazioni negative, si sono mostrati ottimisti sull’intero comparto petrolifero, spiegando di prediligere soprattutto le società attive nel business dell’esplorazione e in quello della produzione, come Statoil, Afren e Tullow e nei servizi oil, come Pgs, Saipem e soprattutto Statoil.

Le preferite, tuttavia, restano Bg e Repsol, anche se non sono da trascurare Petroplus, che si fa notare grazie alla leva finanziaria e al riassetto del management, e la russa Rosneft, che secondo la banca d’affari potrebbe beneficiare della riforma fiscale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>