Bilancio Fiat Spa secondo trimestre 2011

di Stefania Russo 4

Fiat Spa ha archiviato il secondo trimestre dell'anno con ricavi pari a 13,2 miliardi di euro, in particolare se si esclude il contributo di Chrysler...

Fiat Spa ha archiviato il secondo trimestre dell’anno con ricavi pari a 13,2 miliardi di euro, in particolare se si esclude il contributo di Chrysler i ricavi risultano essere pari a 10 miliardi di euro, ossia in crescita del 6,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

L’utile della gestione ordinaria è risultato pari a 525 milioni di euro. Se si esclude il contributo di 150 milioni di euro registrato da Chrysler a giugno, l’utile della gestione ordinaria risulta in crescita del 22% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Il margine sui ricavi è stato del 3,8%, rispetto al 3,3% del secondo trimestre del 2010.


L’utile operativo è stato di 1.583 milioni di euro, un risultato reso possibile soprattutto dai proventi atipici netti pari a 1.058 milioni di euro. L’utile netto consolidato è stato pari a 1.237 milioni di euro, rispetto alla perdita netta di 17 milioni di euro nel secondo trimestre del 2010. Se si escludono le poste atipiche e relativi impatti fiscali, l’utile netto risulta pari a 156 milioni di euro, mentre se si esclude la Chrysler l’utile netto risulta pari a 76 milioni, in aumento rispetto ai 68 milioni di euro realizzati nello stesso periodo dello scorso anno.

[LEGGI] BILANCIO FIAT INDUSTRIAL SECONDO TRIMESTRE 2011

Al 30 giugno l’indebitamento netto industriale è risultato pari a 3.407 milioni di euro, di cui 979 milioni di euro riguardano solo Fiat e non anche Chrysler. Il flusso di cassa è risultato positivo per 391 milioni di euro ed è risultato più che compensato rispetto all’esborso di 1.268 milioni di dollari versati a Chrysler per la quota addizionale del 16%.

Alla luce dell’ottima performance realizzata nel corso dell’ultimo trimestre, Fiat ha rivisto al rialzo i target per l’anno in corso, al temrine del quale il gruppo torinese punta a realizzare ricavi consolidati di oltre 58 miliardi di euro, un risultato della gestione ordinaria di circa 2,1 miliardi di euro, un utile netto di circa 1,7 miliardi di euro e un indebitamento netto industriale compreso tra 5,0 e 5,5 miliardi di euro circa.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>