Giudizio analisti titolo Brembo

di Stefania Russo Commenta

Nonostante le previsioni Brembo per l'esercizio 2012 siano senza dubbio positive, la maggior parte degli analisti preferisce...

Nonostante le previsioni Brembo per l’esercizio 2012 siano senza dubbio positive, la maggior parte degli analisti preferisce mantenere una valutazione improntata alla cautela, pur apprezzando i progressi del gruppo e le sue strategie di crescita ed espansione.

Tra i broker che hanno rating “neutral” figurano gli analisti di Intermonte, di Mediobanca e di Banca Imi, che non vedono la presenza di elementi sufficienti a motivare una revisione al rialzo del giudizio sul titolo, soprattutto a fronte della convinzione che i margini risentiranno dei costi necessari per mettere a regime i nuovi stabilimenti.

DIVIDENDO BREMBO 2O12 INVARIATO A 0,3 EURO

Al contrario, invece, gli analisti di Bank of America Merrill Lynch consigliano agli investitori l’acquisto di azioni Brembo fissando rating “buy” sul titolo, soprattutto in considerazione delle ampie prospettive di crescita del gruppo.

TITOLI AD ALTO RENDIMENTO SECONDO MORGAN STANLEY

Hanno invece rating “hold” sul titolo gli esperti di Equita, che fanno sapere di apprezzare la visibilità del gruppo e la sua capacità innovativa, quelli di Banca Akros, secondo cui l’attuale valutazione del titolo ingloba già i progressi fatti, quelli di Kepler, secondo cui la redditività risentirà della fase di start-up dei nuovi stabilimenti, e quelli di Centrobanca, secondo cui i prezzi attuali inglobano già le aspettative di crescita.

Banca Aletti ed Exane hanno invece rating “outperform” e fanno entrambe sapere di apprezzare le buone prospettive di crescita del gruppo, in particolare gli esperti di Exane prevedono per Brembo, al termine dell’esercizio in corso, addirittura risultati superiori rispetto alle previsioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>