Target price Unicredit alzato da Kepler

di Stefania Russo Commenta

Gli analisti di Kepler hanno comunicato questa mattina di aver rivisto al rialzo il target price sul titolo Unicredit da 3,9 a 4,4 euro...

Gli analisti di Kepler hanno comunicato questa mattina di aver rivisto il target price sul titolo Unicredit da 3,9 a 4,4 euro, valore che implica un potenziale di rialzo del 4% circa, e le stime relative all’utile per gli esercizi 2012-2014.

In particolare, ora il broker vede un utile netto 2012 di 1,3 miliardi di euro, in deciso miglioramento rispetto al rosso di 9,2 miliardi di euro del 2011, e una perdita netta di 80 milioni di euro nel solo quarto trimestre.


Per quanto riguarda il 2013, invece, l’utile netto è atteso a 1,5 miliardi di euro, inferiore quindi rispetto all’obiettivo di 3,8 miliardi di euro posto dal management, mentre nel 2014 dovrebbe crescere a 2,5 miliardi di euro, trainato soprattutto dalla normalizzazione degli accantonamenti e dalla riduzione dei costi.

Nel fornire le nuove stime gli analisti hanno fatto sapere di apprezzare la profonda riorganizzazione interna e la revisione aziendale avviata dal management per contrastare le condizioni di mercato difficili, ma preferiscono comunque mantenere le loro stime più prudenti rispetto agli obiettivi della banca.

Inoltre, pur avendo alzato il target price, soprattutto per un recupero del net asset value e per una riduzione del costo dell’equity, gli analilisti di Kepler hanno peggiorato il rating su Unicredit da “buy” a “hold”.

A Piazza Affari nel pomeriggio il titolo Unicredit continua a viaggiare in territorio positivo, segnando un guadagno di oltre un punto percentuale a 4,294 euro, spinto al rialzo soprattutto dall’esito favorevole dell’asta di BOT di questa mattina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>