Poca volatilità sul dollaro australiano dopo i tassi di interesse

di Matteo Moneta Commenta

EurUsd: l’apertura di settimana è stata dunque pesante per l’eurodollaro che è stato interessato da vendite che lo hanno nuovamente anche se temporaneamente al di sotto della soglia di 1,3600.Ancora una volta confermata la valenza dei supporti in area 1,3590, con la solita media mobile esponenziale a 21 periodi sul grafico a 4 ore a fare da indicatore guida. 1,3665 resta dunque la resistenza di riferimento che rappresenta la confluenza grafica di livello statico e media mobile esponenziale a 100 periodi e che potrebbe essere ricercata dal prezzo prima della partenza di nuovi possibili vendite spiega il report di DailyFx. Lecito però attendersi un arresto dei possibili acquisti prima, e cioè in area 1,3615 da grafico orario, con volatilità delle news che potrebbe condurre a strappi ribassisti fino oltre a 1,3575, in direzione 1,3550.

UsdJpy: importante il movimento al rialzo visto ieri sul cambio, che è riuscito finalmente ad oltrepassare quel livello attorno ad area 102 che più volte era stato toccato e non superato.  L’impostazione intraday suggerisce ancora la potenzialità di assistere a delle vendite proprio in ripresa di area 102.00 che, se tenesse, fornirebbe buoni ed importanti spunti per nuovi massimi in direzione 102,70 e 103. Significativo il grafico orario che suggerisce però già a 102,25 il retest della media mobile a 21 periodi per nuovi spunti ribassisti con stop vicino e reverse possibile a seguire la divergenza regolare ribassista prezzo/stocastico verso 102.00 e 101,75.

Dopo la bolla subprime ci sarà quella sul credito? Lo spiega il Nobel Roubini

EurJpy: discreta l’impostazione tecnica del cross che su 4 ore evidenzia l’importanza della media mobile esponenziale a 100 periodi come elemento di resistenza al prezzo insieme al livello precedente a 139,40. Buono dunque il RR in vendita verso 138,70 in primo luogo. Da porre attenzione però all’antitesi che pone il grafico orario che evidenzia una media 21 direzionata al rialzo ed in grado di respingere il prezzo in area 139,15 verso salite potenziali anche a 139,90. Spazio a 138,85 in caso di estensioni ribassiste.

GbpUsd: continua invece la lateralità per il cable in quella che tecnicamente è assimilabile ad una correzione dei precedenti movimenti ribassisti. 1,6775 resta naturalmente la resistenza di riferimento ed 1,6730 ed 1,67 i supporti significativi. Il primo di questi due è lavorabile in rottura verso il secondo, mentre in senso bullish appare lecito attendere violazioni sopra 6775 in direzione 6820.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>