Euro/Usd, tentativi di rialzo. Analisi tecnica

di Matteo Moneta Commenta

Nella giornata odierna si insedia il nuovo numero uno della Federal Reserve, Janet Yellen, che illustrerà la nuova Politica Monetaria che intenderà seguire.

Dollaro, da tenere sotto controllo

 La chiusura dei mercati in Giappone non ha impedito discreti movimenti nella notte che, come vedremo a breve, hanno premiato il dollaro australiano sul buon dato sull’Indice dei Prezzi delle Abitazioni su base trimestrale (3,4% vs 2,4% precedente) spiega Davide Marone di DailyFx.
Purtroppo però le release macro si fermano qui in quanto sul fronte europeo, è la cosa è quasi stupefacente per rarità, non vi è prevista alcuna pubblicazione.Ciò verosimilmente manterrà la volatilità molto ridotta, che comunque non sottrae interesse alle situazioni tecniche di Eurodollaro, cable e UsdJpy su tutti. Da seguire anche una possibile buona partenza dei listini azionari europei, dopo le ottime risalite di quelli americani, così come i nuovi massimi su oro e petrolio.
EurUsd: la divergenza rialzista regolare sul grafico giornaliero continua a ben svilupparsi, con la price action che sta tentando rotture al rialzo del canale ribassista partito dai massimi di fine 2013. La resistenza dinamica passante infatti per 1,3640, è stata superata aprendo breccia verso quella che è l’area di resistenza che stiamo continuando a monitorare tra 1,37 e 1,3730.Il grafico a 4 ore è significativo per il posizionamento delle medie mobili, con la presenza di crossover di segno rialzista oltre che la costruzione di un forte supporto proprio in area 1,3630/40. Nel breve i ritracciamenti potrebbero riguardare però solo l’1,3650 per le salite verso 1,37. 1,36 la soglia cruciale prima di discese significative verso 1,3545.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>