Fed, ancora possibile un innalzamento dei tassi a settembre?

di Matteo Moneta Commenta

Le aspettative circa l'azione di politica monetaria sono in calo.

Il dollaro ha lasciato sul terreno più dell’uno per cento contro l’euro e lo yen durante la giornata di venerdì, quando sono stati resi noti i dati del settore manifatturiero in Cina sul Calendario Economico.

Dati che hanno sorpreso al ribasso le aspettative degli analisti.

Sono così in aumento le preoccupazioni sulla crescita globale e un forte calo delle aspettative che la Federal Reserve – banca centrale degli Stati Uniti – eleverà i tassi di interesse a settembre.

L’attività manifatturiera cinese ha registrato una contrazione record di 6 anni e mezzo nel mese di agosto, aggravando i timori degli investitori per il rallentamento della crescita della seconda economia più grande al mondo, alimentando il selloff sui mercati azionari e sui prezzi delle materie prime.

I mercati si stavano ormai preparando al tanto atteso rialzo dei tassi di interesse della Federal Reserve per la prima volta dopo quasi 10 anni nel mese di settembre.
Tuttavia, i dati economici cinesi più deboli del previsto, la continuazione dei prezzi delle materie prime e dei dati sull’inflazione statunitensi poco convincenti hanno offuscato le aspettative per un aumento dei tassi nel breve termine.

I tassi più elevati aumenterebbero il costo dei prestiti per consumatori e imprese, danneggiare di riflesso la spesa e la crescita economica.

Nel frattempo, Credit Agricole rimane pronta a vendere euro sul cambio euro-dollaro durante i rally, con il biglietto verde che potrebbe beneficiare di un ritorno dell’aspettativa per un rialzo dei tassi di interesse Fed nel mese di settembre, anche se dopo i dati provenienti dalla Cina rendono difficoltoso l’orientamento di politica monetaria della banca centrale degli Stati Uniti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>