Disney, Bob Iger torna alla guida

Bob Iger torna alla guida della Disney. Il board del gruppo lo ha scelto per essere ancora una volta ceo dell’azienda. Il manager aveva lasciato il suo posto al vertice nel 2021.

Bob Iger torna al suo vecchio impiego

E torna ora in Disney a sostituire proprio quel Bob Chapek che aveva messo alla guida del gruppo nemmeno due anni fa. Quest’ultimo è stato praticamente cacciato dal cda dell’azienda, dopo polemiche e strategie durate mesi interi.

Parlandone il Financial Times racconta come già da quest’estate diversi membri del vertice della Disney si siano lamentati del suo operato. E abbiano iniziato a fare pressioni nei confronti del consiglio di amministrazione.

Deve essere sottolineato che contestualmente anche diversi investitori erano convinti che ci fosse bisogno di una mano differente alla guida. Soprattutto dopo aver notato come nell’ultimo trimestre i conti di Disney+ siano scesi rispetto alle aspettative.

Parliamo di una branca del gruppo molto amata, ma anche molto costosa e attualmente in crisi rispetto al passato. A causa della crisi economica e della guerra che hanno fatto diminuire la capacità di spesa delle persone in tutto il mondo.

Tra gli interventi più importanti contro Chapek senza dubbio quello di Christine McCarthy, il direttore finanziario del gruppo. Secondo i media il punto di svolta è stato rappresentato dalla pubblicazione degli utili della Disney lo scorso 8 novembre.

Disney deve recuperare il terreno perduto

Nel report è stato sottolineato come Disney+ avesse perso 1,5 miliardi di dollari nell’ultimo trimestre. A seguito di questo avvenimento l’ex ceo aveva annunciato ai dipendenti attraverso un’email prossimi tagli di personale.

Un caos non regolato che fa comprendere perché Bob Iger abbia acconsentito di ritornare in Disney dopo averla lasciata nel 2021 dopo 15 anni al suo vertice.

Abbiamo concluso che mentre Disney si imbarca in un periodo di sempre più complessa trasformazione nel settore, Bob Iger è unicamente qualificato per guidare l’azienda durante cruciale momento”. Così ha commentato il presidente del cda Susan Arnold. La manager raggiunto che l’uomo ha il profondo rispetto dell’intera squadra di vertice del gruppo.

Non stupisce che sia stato scelto Bob Iger per traghettare la Disney verso migliori lidi. Per risanare la situazione economica legata a Disney+ vi è bisogno ottenere fiducia dagli investitori.

E il manager che per tanti anni ha guidato la Disney in momenti duri e momenti felici rappresenta senza dubbio la scelta migliore.

Qualcuno che ispira ottimismo e fiducia. E che potrebbe riuscire a rispettare l’obiettivo di essere in attivo con il servizio di streaming come deciso nel piano industriale, entro il 2024.

Lascia un commento