Prestiti garantiti dallo stato, cosa serve

di Valentina Cervelli Commenta

Tra le misure messe a punto dal Governo Italiano per contrastare l’emergenza coronavirus in atto nel nostro paese vi è quello di prestiti garantiti dallo stato, al fine di sostenere le imprese italiane nella ripresa del lavoro dopo i mesi d’isolamento sociale forzato. Facciamo chiarezza sui documenti necessari per ottenere il finanziamento.

L’ABI, associazione bancaria italiana, ha aggiornato i dati relativi alle richieste pervenute di finanziamenti a garanzia pubblica: Al momento il totale è pari a 82.159 domande, per un corrispettivo monetario pari a  5,2 miliardi di euro. Come era possibile aspettarsi, la maggior parte delle richieste riguarda le domande di garanzia per i prestiti fino a 25 mila euro. Uno dei maggiori problemi che si sono presentati alle piccole medie imprese e a quelle più grandi? Riguarda essenzialmente la burocrazia.

Non è infatti abbastanza chiaro quali siano i documenti necessari per ottenere il prestito, soprattutto per ciò che riguarda quelli di cifre comprese tra i 25 mila e gli 800 mila euro. In alcuni casi è stato rilevato che a seconda degli istituti coinvolti vi possa essere la necessità addirittura di compilare fino a 21 moduli differenti: un impegno rilevante e rallentante l’intera pratica.

Quali documenti si necessitano per richiedere prestiti garantiti dallo stato fino a 25 mila euro? È presto detto. Al momento le banche per questo tipo di richiesta pretendono la seguente documentazione:

  • Autocertificazione ricavi 2019 Modulo di richiesta di finanziamento banca
  • Modulo di richiesta della copertura del Fondo di Garanzia (allegato 4 bis)
  • Copia documento di identità

Prestiti con garanzia dello stato fino a 800 mila euro

Cosa viene invece richiesto per i prestiti con garanzia dello Stato che vanno dai 25.000 fino agli 800 mila euro? Nonostante quelle che erano state alcune indicazioni da parte del Governo relative alla documentazione necessaria, le banche hanno richiesto alcuni documenti per i quali era stato deciso di soprassedere.  Ecco quali sono, ad ogni modo, quelli considerati obbligatori:

  • Modulo richiesta di finanziamento banca
  • Copia documento identità (nuovi clienti)
  • Documenti ultimo bilancio o Documento fiscale, ai fini della congruità del finanziamento
  • Iscrizione all’Albo o all’Ordine Professionale
  • Autocertificazione attestante i ricavi conseguiti nel 2019 (per le imprese costituite in un periodo successivo al 1°gennaio 2019)
  • Autocertificazione che attesti di aver subito danni dall’epidemia COVID
  • Modulo richiesta della copertura del Fondo di Garanzia (allegato 4 bis)

A discrezione della banca, oltre ai suddetti documenti  gli istituti hanno la facoltà di richiedere per i prestiti fino a 800 mila euro, ulteriori moduli che possono riguardare la situazione dell’azienda in merito, per citarne alcuni, ai mediatori creditizi, alle retribuzioni mensili dei dipendenti e la documentazione Antimafia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>