Settori su cui investire nel 2011

2
114

A pochissimi giorni dalla fine del 2010 il bilancio annuale vede premiati sul mercato europeo il settore dell’auto (+50%), il settore industriale (+33%), i beni personali (+26%), il comparto dei viaggi (+24%), le materie base (+24%) e il settore della chimica (+22,5%), mentre tra i più deboli troviamo il settore bancario (-9%) e quello delle utilities (-9%).

Su mercati europei, dunque, complessivamente sono soltanto due i settori che mostrano un trend negativo, quindi il 70% dei titoli quotati sono in territorio positivo.


Le previsioni per i primi mesi del 2011 vedono la situazione sostanzialmente invariata. Secondo gli analisti, infatti, nella prima parte dell’anno continueranno a registrare un trend positivo, riuscendo così a distinguersi dagli altri, il settore della chimica, quello dell’auto, il comparto industriale e quello dei beni di consumo personali, seguiti dalle materie di base, dagli alimentari e dalla grande distribuzione.

Se si analizzano i due panieri principali dell’Eurostoxx 50 e del Dow Jones 30, i titoli che dovrebbero segnare le migliori performance nel corso del 2011 dovrebbero essere la francese Air Liquide, la tedesca Basf, la tedesca Daimler, la francese Louis Vuitton, la tedesca Schneider e la tedesca Siemens.

Al contrario, invece, dovrebbero continuare a mostrare una certa debolezza il settore finanziario, assicurativo, bancario, il comparto energetico e quello delle telecomunicazioni.

2 Commenti

  1. […] Gli eventi degli ultimi mesi che hanno influito sul sistema economico hanno portato gli esperti a considerare opportuno un restyling del portafoglio azionario. Diversi cambi di scenari, infatti, hanno reso più appetibili determinati settori, pur confermando che continuano ad essere promettenti anche quelli che ad inizio anno venivano qualificati come i migliori settori su cui investire nel 2011. […]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui