Previsioni Prysmian 2012 vedono Ebitda a oltre 600 milioni

1
125

L’amministratore delegato di Prysmian, Valerio Battista, nel corso di un’intervista rilasciata ad Affari & Finanza ha spiegato che l’obiettivo del gruppo è quello di focalizzare l’attenzione sulla generazione di cassa, in modo da ridurre l’esposizione finanziaria, e di completare l’integrazione con Draka, al fine di generare le sinergie previste e generare un solido business.

PREVISIONI BORSA ITALIANA 2011-2012 SECONDO CITIGROUP

A favore di Prysmian figura un portafoglio ordini in aumento nel corso degli ultimi mesi soprattutto per quando riguarda i sistemi sottomarini e l’aumento della capacità produttiva in Italia e in Finlandia, a cui bisogna poi aggiungere il raddoppio dei ricavi nel settore dei cavi telecom a 1,4 miliardi a seguito dell’acquisizione di Draka.

Questi e altri fattori determinanti per il business di Prysmian dovrebbero manifestarsi con maggiore evidenza nei conti del 2012, quando è atteso un Ebitda superiore ai 600 milioni di euro rispetto ai 555 milioni stimati per il 2011.

PRYSMIAN SI AGGIUDICA NUOVO CONTRATTO A NEW YORK

Per quanto riguarda l’andamento del titolo, la quotazione Prysmian risente della volatilità del listino milanese anche se nel corso dell’ultima settimana ha comunque consolidato i progressi conseguiti nell’ultimo periodo segnando una crescita del 14% rispetto al mese scorso.

Per quanto riguarda le valutazioni degli analisti, consigliano l’acquisto del titolo fissando rating “buy” Equita, Banca Akros, Banca Leonardo, Unicredit, Centrobanca, Fidentis, Ubs e Berenberg. Mediobanca ha invece fissato rating “outperform” sul titolo, mentre Intermonte ha rivisto il rating su Prysmian da “outperform” a “neutral” lo scorso agosto. Morgan Stanely ha recentemente confermato rating “overweight” mentre Ing appare decisamente più pessimista in quanto ha iniziato la copertura con rating “sell”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui