Sul titolo MPS pesa la scelta del nuovo ad

di Matteo Moneta Commenta

Quello di Viola è stato un allontanamento a sorpresa che ha lasciato di stucco tutti gli investitori. Adesso quelli che ripongono fiducia nel Monte dei Paschi di Siena, sono in attesa di conoscere quale sarà il prossimo amministratore delegato.

I mercati a riguardo percepiscono molta tensione: le dimissioni di Viola ci sono state giovedì e nel giro di due giorni sono venuti fuori un bel po’ di nomi. Il mercato si è è preparato comunque al rinvio dell’aumento di capitale. Ma quali sarebbero i nomi più accreditati per dare seguito alle opere di Viola? In primis si fa il nome di Marco Morelli che è il numero uno di Bofa-Merrill Lynch Italia ma c’è anche chi si affiderebbe volentieri all’esperienza nel ruolo maturata da Corrado Passera.

L’effetto sorpresa comunque, non piace agli investitori: ormai infatti è chiaro che Viola ha lasciato le redini di MPS per via dei crediti deteriorati dell’istituto di credito a seguito di anni trascorsi tra operazioni finanziarie dalla dubbia riuscita.

Alcune voci che stanno influenzando il mercato, riferiscono che Marco Morelli, già direttore generale di MPS tra il 2006  il 2010, potrebbe diventare l’ad della banca già il 13 settembre, ricevendo la nomina ufficiale. Ma ci sono anche altri due nomi con cui fare i conti, vale a dire quello dell’ex ministro Passera e poi anche Giampiero Maioli.

Senza nulla togliere agli altri, Morelli resta il candidato con maggiore speranza di arrivare alla guida di MPS visto il contributo che già ha offerto alla banca negli anni e vista l’esperienza nel ruolo di direttore generale vicario maturata anche in altri contesti, in particolare in Intesa Sanpaolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>