Borsa Italiana 1 Giugno 2010

0
117

Partenza negativa per Piazza Affari, che con i maggiori titoli perde fino a tre punti percentuale,oggi l’indice FTSE MIB della borsa di Milano fa segnare un ribasso di tre punti e mezzo percentuale portandosi a quota 18890 punti,il MID CAP perde ben 2,32% potandosi a quota 22481 punti percentuali, male anche All Share che si porta a quota 19495 in perdita di ben 3,25 punti percentuali.

Questo calo della borsa è dovuto alle incertezze presenti sul mercato , sulla veridicità della ripresa economica mondiale dalla crisi, a seguito dei dati emersi dalla società BP (British petrolium) che perde in poche sedute ben 12 punti percentuali.



Il ribasso di BP, che non è riuscita a fermare la fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico, ha portato i titoli petroliferi Italiani al ribasso con Eni che perde 1,64, con un’aumento della raccomandazione di JP Morgan.

Tra gli altri titoli male Saipem che perde il 3,50%, male anche Unicredit che si porta a meno 2,87% a 1,69 euro ad azione, anche gli altri titoli bancari sono in caduta libera con oscillazioni negative che variano tra i 2 e i 3 punti percentuali.

Ieri il governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi, aveva dichiarato, oltre a sui elogi al governo, anche la situazione bancaria Italiana, che poteva contare sulle banche più solide del mondo e con patrimoni intaccabili.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui