Idee di investimento per il 2013 da Credit Suisse

di Stefania Russo Commenta

Gli analisti di Credit Suisse hanno fornito agli investitori delle idee di investimento per il 2013. Si parte dai paesi emergenti..

Gli analisti di Credit Suisse hanno fornito agli investitori delle idee di investimento per il 2013. Si parte dai paesi emergenti, in particolar modo dai Bric (Brasile, Russia, India e Cina), che dovrebbero proseguire il trend di crescita messo a segno nel corso degli ultimi anni. A beneficiare di tutto questo saranno sopratutto società come Pru, SAB Miller, Diageo, Pernod, Yum Brands, Kraft, Swatch e MJN.

Nel corso del prossimo anno, inoltre, si potrebbe cercare di sfruttare il forte rialzo del mercato azionario tedesco puntando su titoli come Deutsche Post, Deutsche Wohnen e ProSieben, nonché di quello italiano, dove i titoli consigliati sono Eni, Fiat Industrial e Lottomatica.


Da non trascurare il potenziale di rialzo del mercato azionario del Giappone, soprattutto considerando che nel 2013 la Banca centrale del Paese, secondo gli esperti, dovrà adottare una politica monetaria più aggressiva. A beneficiarne saranno soprattutto i titoli titoli del settore immobiliare, alcuni esportatori e le compagnie di assicurazione vita. Per quanto riguarda il listino londinese, invece, le società quotate che si prevede beneficeranno maggiormente della ripresa del Paese sono soprattutto quelle del settore immobiliare, come BT, Capita e SEE.

Tra le idee di investimento individuate dagli analisti di Credit Suisse figura anche quella che consiste nell’investire sui titoli azionari che presentano quella combinazione vincente che rende particolarmente attraente un titolo, ovvero un livello di rischio inferiore ai titoli di Stato, un rendimento della cedola superiore a questi e un’esposizione internazionale degli utili. In quest’ottima gli esperti hanno segnalato Novartis, Pearson, National Grid e Vodafone in Europa, Merck, Microsoft, Emerson, Intel e Cardinal Health negli Stati Uniti.

Altra strategia è quella che prevede di investire in società che presentano elevati tassi di crescita dei ricavi e degli utili, come Google, Intertek, UPS, JCI, Johnson Matthey, Hikma e Amec. Per chi invece decide di basare le proprie scelte sull’elevato dividend yield, i titoli segnalati sono BT, Pro7, Roche e SEB, mentre tra quelle statunitensi si segnalano CMS Energy, McDonalds, MSFT e UPS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>