Fiat acquisto quota governativa Chrysler entro luglio

di Stefania Russo Commenta

A Piazza Affari la quotazione Fiat segna un incremento dello 0,49% a quota 7,16 euro sulla scia delle indiscrezioni relative ad una possibile..

A Piazza Affari la quotazione Fiat segna un incremento dello 0,49% a quota 7,16 euro sulla scia delle indiscrezioni relative ad una possibile salita in Chrysler fino ad arrivare a detenere complessivamente il 54,3% del capitale della casa automobilistica americana.

Secondo quanto riportato da Automotive News, in particolare, Fiat avrebbe intenzione di esercitare il prima possibile, probabilmente già entro la fine di luglio, l’opzione e di acquistare quelle che sono le attuali partecipazioni del governo statunitense, pari complessivamente al 6,6% di Chrysler, nonchè l’1,7% nelle mani del governo canadese.


A rendere ancora più insistenti le voci sono state le parole pronunciate ieri dall’amministratore delegato Sergio Marchionne, che nel corso di un suo intervento ha sottolineato come temporeggiare nell’acquisizione di queste quote porterà solo ad un ulteriore aumento del prezzo.

Quel che è certo è che l’andamento della quotazione rispecchia la presa di coscienza del mercato degli effetti positivi derivanti dall’aumento della quota di Fiat in Chrysler. A riguarda Kepler ha sottolineato che con ogni probabilità Fiat riuscirà ad acquisire nuove quote di Chrylser ad un prezzo inferiore rispetto a quello dell’Ipo. Il broker ritiene inoltre che Fiat arriverà a detenere entro la fine dell’anno il 60% della casa automobilistica USA.

Secondo Unicredit l’acquisto della quota di Chrysler in mano al governo costerà a Fiat circa 475 milioni di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>