Rating Fondiaria-Sai rivisto da Standard & Poor’s

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Il rating di Fondiaria-Sai, Gruppo assicurativo quotato in Borsa a Piazza Affari, scende da “BBB-” a “BB+” nella scala di valutazione da parte di Standard & Poor’s. A darne notizia è stata proprio Fondiaria-Sai.

Il rating di Fondiaria-Sai, Gruppo assicurativo quotato in Borsa a Piazza Affari, scende da “BBB-” a “BB+” nella scala di valutazione da parte di Standard & Poor’s.

A darne notizia è stata proprio Fondiaria-Sai nell’aggiungere che la stessa decisione ha riguardato anche Milano Assicurazioni S.p.A., la società controllata più importante, e che la decisione, come ha fatto presente proprio l’Agenzia internazionale di rating Standard & Poor’s, è strettamente legata al rosso di Bilancio dei primi nove mesi del 2011 del Gruppo assicurativo, ma anche ai conseguenti effetti che si sono venuti a generare sia sul margine di solvibilità, sia sulla patrimonializzazione complessiva.



FONDIARIA SAI IN CRISI

Contestualmente all’abbassamento del rating, Standard & Poor’s ha inoltre deciso di mettere Fondiaria Sai in creditwatch negativo citando in particolare l’estrema volatilità dei mercati che potrebbe incidere nell’implementazione di misure, da parte del Gruppo assicurativo, finalizzate a garantire il recupero sostenibile della propria solidità a livello patrimoniale.

SCALA RATING FITCH

Appresa la notizia, il Gruppo Fondiaria SAI ha colto l’occasione per ribadire come stia pianificando delle operazioni finalizzate a far aumentare il margine di solvibilità sui livelli del 120%, e come per questo siano allo studio delle operazioni che, riguardanti gli asset societari, permettano nel più breve tempo possibile anche un miglioramento di quella che è la gestione ordinaria.

Ricordiamo che Fondiaria-Sai ha archiviato i primi nove mesi del 2011 con una buona tenuta della raccolta premi rami danni, scesa solo dell’1,1% a 5.084,5 milioni di euro, mentre per il ramo vita la contrazione anno su anno della raccolta è stata pari al 32% a 3.241,5 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>