Fitch, nessun pericolo se una banca non supera stress test in Europa

0
48

I titoli emessi dalle banche sul debito di categoria senior non dovrebbe essere a rischio default se un istituto di credito non dovesse superare gli stress  test messi a punto dalla Banca Centrale Europea.

La volatilità impegna gli operatori forex

È questo ciò che scaturisce da un sondaggio fatto a gennaio da Fitch dal quale è emerso che il 69% degli investitori consultati ritiene che il debito senior non sarebbe a rischio insolvenza in un simile scenario di stress. Le motivazioni variano. Il 39% degli intervistati ritiene che ciò non accadrà perché il meccanismo di bail-in, che prevede la partecipazione degli obbligazionisti ai costi di salvataggio di una banca, non sarà operativo fino al 2016.

Prezzo oro, rimane ben impostato nel trend

Il restante 30% sostiene che le obbligazioni senior non saranno a rischio a meno di un ricorso al cosiddetto paracadute finanziario, o backstop, che sarà attivo nella fase transitoria di 10 anni e che porterà alla piena operatività del meccanismo di risoluzione vero e proprio. 31% degli intervistati presume che pure gli obbligazionisti senior saranno implicati nei costi di eventuali salvataggi bancari: il 22% sostiene che si preferirà un meccanismo di bail-in all’utilizzo di fondi pubblici e il restante 9% è del parere si farà ricorso ad altre formule come la “banca ponte” con un onere sugli obbligazionisti senior.

Fitch è convinta che le esigenze patrimoniali evidenziate dai test Bce saranno in primo luogo coperte con capitali privati. Le banche che non riusciranno a ricapitalizzarsi dovranno rivolgersi in primo luogo ai backstop nazionali, che secondo la nuova normativa Ue sugli aiuti di Stato potrebbero comportare costi per gli obbligazionisti junior.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui