Risultati stress test Eba banche italiane dicembre 2011

di Stefania Russo Commenta

In base ai risultati degli stress test condotti dall'Eba (European Banking Authority), le banche europee necessitano...

In base ai risultati degli stress test condotti dall’Eba (European Banking Authority), le banche europee necessitano di 114,7 miliardi di euro di capitale aggiuntivo, una cifra in crescita rispetto ai 106,4 miliardi di euro stimati nell’analisi condotta lo scorso ottobre.

Per quanto riguarda le sole banche italiane, invece, secondo l’indagine servono 15,4 miliardi di euro circa, anche in questo caso si tratta di una cifra in crescita rispetto ai 14,7 stimati un paio di mesi fa.

COCO BOND BANCHE EUROPEE IN AUMENTO

La nazione più colpita si conferma la Grecia, le cui banche avrebbero bisogno di ulteriori 30 miliardi di euro, segue la Spagna con 26 miliardi di euro, mentre alla Germania e alla Francia servirebbero rispettivamente 13,1 e 7,3 miliardi di euro.

GARANZIA OBBLIGAZIONI BANCARIE MANOVRA MONTI

Per quanto riguarda più ne dettaglio le esigenze delle banche italiane, stando all’indagine condotto dall’Eba, Banco Popolare necessiterebbe di un rafforzamento patrimoniale pari a 2,73 miliardi di euro, Unicredit di 7,97 miliardi di euro, Ubi Banca di 1,39 miliardi di euro e Mps di 3,27 miliardi di euro. E’ stata invece confermata l’adeguatezza patrimoniale di Intesa Sanpaolo.

A fronte di risultati degli stress test, l’Eba ha formulato nei confronti delle banche interessate una richiesta consistente nella presentazione alla Banca d’Italia, entro il 20 gennaio 2012, di un piano per il raggiungimento di un Core Tier 1 ratio pari al 9% entro la fine di giugno 2012, che verrà poi discusso con le autorità nazionali competenti nell’ambito dei collegi dei supervisori e con l’EBA.

I risultati oggetto degli stress test condotti dall’Eba hanno scatenato l’ira dell’Abi, secondo cui la differenza rispetto alle esigenze di capitale registrate lo scorso ottobre non deriva da un peggioramento della situazione ma da diversi criteri adottati dall’autorità europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>